… vi raccontiamo la nostra esperienza a Weil der Stadt presso la Heinrich Steinhöwel Geseimschaftsschule dove abbiamo trovato una meravigliosa accoglienza.
La scuola, immersa nel verde e posta a ridosso delle mura della cittadina medievale, ha una struttura aperta e articolata in più corpi bassi. Gli ingressi sono plurimi e danno l’idea di una scuola accessibile da tutti e da tutte le parti del territorio. La mancanza di un recinzione esterna fa sì che i suoi spazi esterni (compresa l’area giochi per i bambini) siano fruibili anche al di fuori dell’orario scolastico da parte della cittadinanza.
Tra gli spazi interni, oltre alle aule, sono presenti diversi luoghi di aggregazione multifunzionali, dove gli alunni, spesso in autonomia, possono recarsi per studiare, giocare o semplicemente leggere un libro.
Questa versatilità architettonica riflette la filosofia propria della Geseimschaftsschule. Questo tipo di scuola affianca da tempo il sistema educativo tradizionale, riscuotendo molto successo. Nel sistema tradizionale gli alunni scelgono già all’età di 10 anni quale indirizzo di studio seguire. Ma nella GMS questa scelta è posticipata all’età di 15/16 anni, quando saranno più consapevoli.
Tale auto consapevolezza è anche l’obiettivo dI alcune attività didattiche. Nelle classi, composte da gruppi eterogenei, viene consentito agli studenti di scegliere quali attività svolgere attraverso un sistema di autovalutazione individuale suddiviso in livelli di competenze.
La nostra esperienza però non si è fermata a una mera osservazione del lavoro dei colleghi tedeschi, è stata anche incontro e condivisione con questi ultimi, con gli studenti (particolarmente entusiasti di incontrarci, soprattutto quelli di origine italiana) e con il personale amministrativo della scuola. Abbiamo visto come una scuola dotata di strutture particolarmente accoglienti, con una sala professori dotata di ogni comfort, dove gli studenti sono lasciati liberi di scegliere e sono responsabili delle loro scelte, dove le pause sono tante e lunghe, è una scuola che studenti e professori frequentano con più piacere e che sentono come casa.

prof.sse  Paola Borruso, Alessandra Savona, Valeria Viola